Albero dritto?

  • alex
  • Avatar di alex Autore della discussione
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Expert Boarder
Di più
18/01/2012 07:16 #370 da alex
alex ha creato la discussione Albero dritto?
Ciao ragazzi, sono nuovo di questo bel mondo che è la vela. Piano piano mi stò sempre più avvicinando per capire e imparare ad andare per mare.A questo punto volevo sottoporre per i più esperti una domanda: L'albero della barca deve essere sempre dritto? e se si come faccio a verificarlo e nel caso dove posso intervenire per le varie modifiche? Grazie a tutti

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
23/01/2012 21:19 #464 da spartacali71
spartacali71 ha risposto alla discussione Re: Albero dritto?
Beh innanzi tutto prova a traguardare la canaletta della randa guardando dal basso verso l'alto noterai se l'albero è dritto oppure no, inoltre puoi verificare il corretto assetto dell'albero utilizzando per esempio la drizza della randa fissando la parte finale all'altezza della base delle lande e cazzando fino a quando diventa tesa. Quella misura deve essere uguale anche dall'altra parte. In caso contrario l'albero risulta inclinato e quindi devi agire sulla regolazione delle sartie.Sono solo alcuni esempi ,logicamente quando fai la prova il paterazzo non deve essere cazzato ;)
Ciao Buon Vento

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
19/02/2014 23:31 - 19/02/2014 23:35 #2652 da giovbiss
giovbiss ha risposto alla discussione Re: Albero dritto?
Giustissimo, poi devi regolare la tensione delle sartie. Se non sei un regatante, e ti accontenti, puoi fare "a occhio".
Unica regola, sempre per una regolazione crocieristica. Le basse "cazzatissime", quasi devono"suonare"come corde di violino, le medie cazzate, la alte un poco meno. Altri hanno idee diverse ma questa è la mia filosofia.
Traguardando con l'occhio l'inferitura devi, agendo sui tornichetti, farla diventare rettilinea. Bastano un giro o due Non è difficile, basta calma e.... Nessuno che ti insegni lì vicino! L'idea è che, se vedi una pancia a metà puoi avvitare il tornichetto della sartia media che ti sembra entri in gioco. Talvolta, si può ottenere lo stesso risultato mollando la alta dalla parte opposta e così via. Attento a non giocare sempre e solo tirando, cioè accorciando le sartie. Devi un poco mollare di qui, tirare di la. Se vedi che avviti e non ottieni risultato, anzi peggiori, guarda l'albero e le sartie. Capirai subito dove sbagli. Ma sempre con l'idea generale che le alte siano un poco meno tese.
Bene adesso che hai l'albero bello diritto esci quando ci sono 6-7 metri di vento. Mettiti di bolina, cedi il timone e vai a guardare l'albero. Sarà un poco più difficile perchè hai la vela ma delle grosse pancie si vedono uguale. Meglio regolare l'albero in navigazione. Si tratterà di poca cosa: un mezzo giro, un giro, in più o in meno. Quando ti sembra diritto vira e fai lo stesso dall'altro lato. L'idea generale è che deve essere diritto senza pancie. Invece è sopportabile una leggera flessione sottovento della parte più distale dell'albero. A me non piacciono le sartie sottovento molto molto "molli". Cioè, anche se non in carico mi piacciono diritte. Alcuni le lasciano proprio così"molli" che lo si vede. Troppo tirate, invece, sottoporrebbero l'albero ad un inutile carico di testa. Lasciamolo ai regatanti! Con un poco di pratica ti accorgerai che la regolazione in navigazione diventerà quasi superflua. Ovviamente stiamo parlando di un albero flessibile. Se è un palo basta seguire la unica regola e cercare, facendo vibrare le sartie, di dare una tensione simile a dx come a sin. Se invece l'albero è moderno, con crocette acquartierate e senza paterazzo allora bisogna trasgredire la regola e tenere in tensione anche le sartie più alte perchè queste servono di sostegno.
Bene hai finito e sei diventato un Rigger! E guarda che anche i professionisti, se non su veri racer, mica usano il dinamometro!
Credimi non è difficile. Quando avevo barche grandi, con 14-16 metri di inferitura ho sempre fatto da solo. E sarà stata fortuna ma, non ho mai disalberato! Un ultima cosa. L'albero deve essere perpendicolare. Si può vedere a terra spannometricamente ispezionando se è sullo stesso asse del bulbo. Oppure portando la drizza dalla testa alla falchetta a dx e a sin. Ovviamente con risultati simmetrici. Se poi è storto te ne accorgi perchè su un bordo fai una bolina da paura, sull'altro perdi un sacco di gradi. Prima di prendertela con lo scafo storto, il bulbo asimmetrico ecc pensa all'albero.
Ancora una cosa. Se dovessi disalberare segnati su un pezzo di carta in che senso gira il tornichetto e quanti giri gli hai regalato per staccarlo. Quando dovrai nuovamente rizzarlo, magicamente ti tornerà dritto quasi senza alcuna ottimizzazione. Scusa la lungaggine.
Bv
Gio
Ultima modifica: 19/02/2014 23:35 da giovbiss.
Ringraziano per il messaggio: spartacali71

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.416 secondi
Powered by Forum Kunena