Gennaker in solitario tecniche

  • luca
  • Avatar di luca Autore della discussione
  • Visitatori
  • Visitatori
19/07/2012 06:45 #1349 da luca
luca ha creato la discussione Gennaker in solitario tecniche
Mi può spiegare qualcuno che naviga in solitario come fà ad armare, issare, ammainare e governare il gennaker in navigazione? Quali metodi o tecniche utilizza? Con equipaggio delle volte compiere questa manovra è un'impresa se non si è coordinati bene, non oso pensare da solo :P
Luca

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
19/07/2012 14:33 #1351 da mandala
mandala ha risposto alla discussione Re: Gennaker in solitario tecniche
In traversata in solitario (fine febbraio- marzo 2008) ho utilizzato la calza (poco perché ho avuto dei problemi che mi hanno costretto a salire in testa d'albero).
In seguito, pur avendo risolto i suddetti problemi) non l' ho piú usato perché navigando nei Caraibi non ci sono quasi mai le condizioni di vento per utilizzare il gennaker: in pratica si é sempre di bolina, nella migliore delle ipotesi al traverso.
La manovra é un po' complessa ma fattibile da soli.
Una precauzione di sicurezza essenziale da rispettare é di manovrare la calza rimanendo seduti o inginocchiati sul ponte per non rischiare di perdere l' equilibrio quando si guarda verso l' alto.

Attualmente sto pensando seriamente di acqustare un avvolgitore, anche se ció richiederá la modifica del pulpito di prua e del musone dell'ancora per l'installazione di un bompresso (finora ho utilizzato il tangone completamente strallato).
Conosco personalmente da anni un solitario svizzero che fa le traversate andata-ritorno ogni paio d'anni che usa regolarmente l' avvolgitore e non ha mai avuto problemi (ma la sua barca é un 41 piedi in alluminio del 2007 uscita dal cantiere giá provvista di bompresso).

La sola precauzione da prendere é di controllare che la puleggia sulla drizza sia arrivata contro quella del cappello dell'albero. In caso contrario avvolgendo sotto sforzo la drizza si attorciglia su se stessa e si "sega" quando si tira per ammainare. Ho avuto modo di vederne personalmente un caso (la barca é stata costretta ad andare in cantiere). Sostituire una drizza interna sfilata non é impresa da poco, oltre l' inevitabile caduta in acqua della vela.
Durante le manovre utilizzare l' autopilota e NON il timone a vento, troppo poco affidabile con poco vento alle andature portanti.

Un paio di esempi sono questi, ma esistono in commercio molte altre marche e modelli.

www.facnor.com/uk/products/asym_spi_furlers/default.asp

www.na.northsails.com/tabid/23031/Default.aspx

Facendo ricerche su internet usando le parole "furler" e "gennaker" si puó trovare molto di piú.
In alternativa si possono chiedere consigli al proprio velaio.

Buon vento
Ringraziano per il messaggio: luca

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • luca
  • Avatar di luca Autore della discussione
  • Visitatori
  • Visitatori
20/07/2012 05:49 #1354 da luca
luca ha risposto alla discussione Re: Gennaker in solitario tecniche
Grazie mandala, ottimi consigli ;-)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • enap
  • Avatar di enap
  • Visitatori
  • Visitatori
05/11/2012 18:56 #1566 da enap
enap ha risposto alla discussione Re: Gennaker in solitario tecniche
ciao,leggo che ai caraibi navighi solo di bolina.Mi spieghi meglio?grazie
enzo

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
05/11/2012 19:21 #1567 da mandala
mandala ha risposto alla discussione Re: Gennaker in solitario tecniche
Ai Caraibi il vento, salvo perturbazioni locali, proviene sempre dal settore Est (più sovente NE).
Poiché nei canali tra le isole è sempre presente una corrente da E (variabile secondo la marea, ma sempre intorno ai 2 nodi) che ti impone una correzione di rotta tra i 15 e i 20 gradi, ecco trasformato un ipotetico traverso in una bolina larga nel caso di rotta verso Sud, o stretta qualora si navighi verso Nord.
Procedendo sotto costa, nel caso di isole con rilievo montuoso importante, il vento è variabile e sovente assente.
Ringraziano per il messaggio: enap

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • enap
  • Avatar di enap
  • Visitatori
  • Visitatori
05/11/2012 22:35 #1574 da enap
enap ha risposto alla discussione Re: Gennaker in solitario tecniche
se vado da martinica aguadalupe ,ok,ma se faccio l'inverso?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
05/11/2012 22:55 #1575 da mandala
mandala ha risposto alla discussione Re: Gennaker in solitario tecniche
Come ho già risposto e quasi lo stesso.
Come ben sai il vento apparente si sposta sempre verso prua.
Al massimo, con le stesse condizioni di vento puoi guadagnare 20-30 gradi verso poppa (bolina larga).
Un altro fattore da tenere in considerazione sono i temporali, "grains" in francese, che ti piombano addosso all' improvviso: raffiche oltre i 40 nodi e visibilità 0; durano generalmente poco, ma sono tosti.
Ringraziano per il messaggio: enap

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • enap
  • Avatar di enap
  • Visitatori
  • Visitatori
05/11/2012 23:03 #1576 da enap
enap ha risposto alla discussione Re: Gennaker in solitario tecniche
comunque dal natale 2013 mi tr4asferirò da quelle parti e magari ci incontriamo pure.
buon vento
enzo

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • marco
  • Avatar di marco
  • Visitatori
  • Visitatori
22/04/2013 10:31 #2007 da marco
marco ha risposto alla discussione Re: Gennaker in solitario tecniche
l'avvolgitore facnor ce lo avevo sul solent di una barca che ho affittato questa estate.
comodissimo.
se montato su un fiocco non lo puoi utilizzare svolto a meta'.
o tutto aperto o tutto chiuso.
Il sottoscritto che non lo sapeva ha rotto la cima del avvolgitore. M#

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
01/04/2015 13:27 - 01/04/2015 13:29 #3498 da giulio_alpista
giulio_alpista ha risposto alla discussione Gennaker in solitario tecniche
ciao ho appena fatto alcuni giorni di 'scuola di solitarismo' .... per cercare di carpire al mio istruttore qualche consiglio/trucco per navigare da soli...e uno dei temi che abbiamo toccato è stato proprio il Gennaker.
io al momento ho uno spi che abbiamo usato a modi Gennaker armato su un bompressino.
premesso che non ho la calza e che probibilmente sarà la mia scelta quando comprerò un vero Gennaker
la cosa che abbiamo fatto e che non avrei mai fatto così è stato ammainarlo da sopra il genoa... anzicchè da sotto il boma come avevo fatto in equipaggio.
in effetti non è male:
1. si spara il gennaker dal punto di muro
2- si a va prua a si recupera la vela ormai sventata iniziando dalla base
3- con un rinvio si gestisce direttamantae da prua l'ammainata della penna recuperando e buttando il tutto nel passo d'uomo di prua.
tutto sommato se ci si pensa non è male.... e si riesce a fare da soli...
Ultima modifica: 01/04/2015 13:29 da giulio_alpista.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: mandala
Tempo creazione pagina: 0.176 secondi
Powered by Forum Kunena