Timone a vento

  • alex
  • Avatar di alex Autore della discussione
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Expert Boarder
Di più
06/09/2013 16:44 #2264 da alex
alex ha creato la discussione Timone a vento
Grazie a voi sto imparando molto sulla vela, questa volta ho una domanda un po particolare. Sento spesso parlare di timone a vento. C'è qualcuno che mi riesce a spiegare il suo funzionamento e com'è fatto?
Come sempre vi ringrazio
Alex

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
07/09/2013 08:25 #2267 da sula
sula ha risposto alla discussione Timone a vento
Parlare del timone a vento è cosa molto lunga, dati i diversi tipi in commercio, che funzionano in modo diverso.

Diciamo, semplificando parecchio, che il timone a vento è una pala di circa 30x60 cm, o più, posta a poppa sopra il timone della barca, ed esso collegata tramite in tubo.

A seconda dell' andatura prescelta si orienta la pala in una certa direzione rispetto al vento, e la si fissa.
Al variare della direzione della barca (straorza, onde, ecc. ecc.) si sposta anche la pala per effetto del vento, che fa spostare il timone e riporta la barca in rotta.

Qui www.windpilot.com/n/pdf/bookita.pdf trovi un esaurientissimo opuscolo che ti spiega per filo e per segno tutto sul timone a vento.
Ringraziano per il messaggio: alex

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
08/09/2013 21:17 #2270 da mandala
mandala ha risposto alla discussione Timone a vento
Per approfondire un po' quanto postato da Sula si possono dividere i timoni a vento in 2 categorie:
1) Timoni diretti: caratterizzati da una grande pala aerea che, attraverso un sistema di leve trasmette il movimento ad un timone separato (proprio del timone a vento). In questo caso il timone della barca va bloccato in posizione centrale e può essere utilizzato come trim.
Vantaggi: può essere utilizzato come timone d' emergenza un caso di avaria di quello della barca;
Svantaggi: pala aerea di grandi dimensioni, che può interferire con i pannelli solari (solitamente montati su un supporto a poppa), qualche difficoltà .a montare la pala in navigazione (sconsigliato lasciarla sempre montata in quanto se bloccata al centro tende a vibrare a causa dei giochi elevati necessari al buon funzionamento).

2) Timoni indiretti: caratterizzati da una piccola pala aerea che orienta una pala ausiliaria oscillante immersa; per l' azione dell' avanzamento della barca la pala si solleva verso l' alto (a destra o a sinistra) e attraverso un sistema di scotte e pulegge va a comandare il timone della barca (direttamente se si tratta di timone a barra o su un tamburo apposito montato sulla ruota del timone).
Vantaggi: piccola pala aerea, in caso di inutilizzo la pala ausiliaria può essere ruotata di 180° per tenerla fuori dall' acqua senza necessita di smontarla.
Svantaggi: regolazione un po' più complicata in quanto oltre ad orientare la pala aerea bisogna regolare la lunghezza delle scotte.

Considerazioni:
- Tutti i modelli lavorano molto male nel caso di navigazione con poco vento nelle andature di poppa: quando la barca comincia a rullare sull' onda e le vele cominciano a "pompare" la pala aerea fa altrettanto e porta sovente a strambate involontarie.
- I timoni a vento sono nati per essere utilizzati nelle lunghe navigazioni oceaniche ed in un' epoca in cui la produzione di energia elettrica per l' alimentazione di un pilota automatico era problematica;
- Al giorno d' oggi ritengo più conveniente ed affidabile un buon pilota automatico a comando idraulico equipaggiato di giroscopio, prevedendo un adeguato parco batterie (più che sufficiente per almeno 24 ore di utilizzo) e pannelli solari di potenza adeguata a ricaricarle (a questo proposito vi ricordo che l' insolazione ai tropici è molto più scarsa che non in Mediterraneo a causa della continua presenza di nubi). Si può prendere in considerazione l' installazione di un generatore ad elica.

Buon vento a tutti
Ringraziano per il messaggio: alex

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
11/09/2013 09:10 #2277 da alby
alby ha risposto alla discussione Timone a vento
Interessante Mandala quello che dici, comunque credo che non sia una cosa semplice costruire e adattare un timone a vento sulla propria barca. Ciao Alby

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
11/09/2013 23:30 #2279 da mandala
mandala ha risposto alla discussione Timone a vento
Mi riferivo a timoni a vento commerciali, il cui prezzo supera abitualmente quello di un pilota automatico.

www.hydrovane.com/instructions/
www.flemingselfsteer.com/products/global-equipe/

Sulla mia barca ho trovato montato un Hidrovane, a cui ho apportato qualche modifica agli attacchi per spostarlo più a poppa per evitare l' interferenza della pala aerea con i pannelli solari da me aggiunti.
L' ho utilizzato durante la traversata atlantica e quando scrivo di inaffidabilità e strambate involontarie si tratta di esperienza diretta.
Da quando ho sostituito il vecchio Autohelm 2000 (con trasmissione a cinghia e decisamente sottodimensionato) con un' unità di comando Navman e azionamento idraulico Octopus ho smontato il timone a vento, lasciando le staffe per un eventuale uso in emergenza .

Idee per l' autocostruzione le puoi trovare qui: www.faymarine.com/plansite/fay_marine_yacht_pl.htm
I risultati estetici non sono dei migliori a quanto ho potuto vedere personalmente su un paio di barche, sulle prestazioni non posso pronunciarmi.
Non ne vedo l' utilità per un uso in Mediterraneo, dove la direzione del vento non è costante.
Buon vento

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: mandala
Tempo creazione pagina: 0.246 secondi
Powered by Forum Kunena