Chiglia fissa o basculante?

  • bluebarbjack
  • Avatar di bluebarbjack
  • Visitatori
  • Visitatori
26/12/2013 17:37 #2568 da bluebarbjack
bluebarbjack ha risposto alla discussione Chiglia fissa o basculante?
il problema non è tanto la chiglia quanto l'insieme scafo-chiglia-armo.
una chiglia di tipo misto parte fissa + pivotante (mobile) permette sulle lunghe rotte di ridurre la resistenza al lasco, andatura normalmente prevalente nelle navigazioni oceaniche dove si sfrutta la direzione degli alisei e/o del monsone.
doppio timone per migliorare la direzionalità, scafo relativamente immerso (dislocamento medio-pesante)e chiglia semilunga sono quasi uno standard per questo tipo di navigazione al livello crocieristico.
in regata si vedono dislocamenti molto leggeri, fondi piatti, derive basculanti e canard.
ma per giocare con questi attrezzi occorre molta professionalità.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • marco
  • Avatar di marco
  • Visitatori
  • Visitatori
26/12/2013 19:23 #2569 da marco
marco ha risposto alla discussione Chiglia fissa o basculante?
Guarda io non so sulle altre barche con deriva piotante cosa puoi fare e quali regolazioni puoi dare alla chiglia pivotante, mi piacerebbe provarne altre, se avete qualche consiglio ben venga.
Per l'esperienza che ho avuto io ,Il pogo 10,50 non può navigare a vela con chiglia alzata.
per come e' costruito si ribalta.
Non ha nemmeno la possibilita' di alzarla parzialmente, o tutta giu o tutta su e' azionata da un comando idraulico (ci mancherebbe altro oltre due tonnellate di peso).
Esiste un articolo su internet dove uno racconta di averlo portato al lasco con la chiglia alzata , ma e' una gran ciofeca , e la dice tutta su tutto cio' che si può leggere in rete.
Come barca e' un vero treno, fatto per navigare quando le altre stanno in porto e non e' per nulla una barca difficile.
Lho provata in condizioni abbastanza impegnative , la portavamo io e mia moglie con due bambini sottocoperta , fare una straorza ci si deve impegnare molto.

Perdonatemi, ma alla fine dei conti è meglio avere un bulbo in piompo fisso oppure no? In pratica se volessi fare una navigazione oceanica piuttosto che una navigazione attraverso l'Egeo o nel Mediterraneo, quale tipo di chiglia/deriva mi dà maggiore sicurezza,stabilità ecc...? -

bella domanda , personalmente poter tirare su la chiglia non e' male , puoi avvicinarti molto, comunque quella che ho provato io la fanno anche a chiglia fissa, tieni conto che essendo una barca che costruiscono in bretagna, con le maree che ci stanno e' molto comoda la chiglia pivotante,
Per una navigazione oceanica senza correre ma sicuro che mi faccia fare il giro del mondo non avrei dubbi: un ogni in alluminio con chiglia retrattile, su questa si che puoi tirare su la chiglia alle andature portanti, ma in questo caso la chiglia non e' pesante perché' il peso e' nella chiglia della barca.
puoi provare anche questa le noleggiano sopratutto in francia

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
25/01/2014 13:49 #2594 da giovbiss
giovbiss ha risposto alla discussione Chiglia fissa o basculante?
Beh, in pratica ti hanno già risposto.
Concludendo
-dipende dalla barca che vuoi usare. Se grande: il poter ridurre l'immersione aiuta l'accesso ai porti ed è un buon compromesso dato che di solito comunque una parte di bulbo resta fissa.
-se piccola: ti permette di entrare d'appertutto. Anche di spiaggiare inoltre ritirando la deriva si aumenta la velocità, diciamo dal traverso alla poppa.
Di contro un chiglia mobile ( li chiamano panciapiatta) non bolinerà mai bene e avrà un potere di raddrizzamento inferiore ad un n bulbo fisso. Infatti è stato ricordato che questi scafi di solito vengono fatti abbastanza larghi per aumentare la stabilità di forma.
Concludendo: navigazione di altura o di grande altura: bulbo fisso o al massimo parzialmente retraibile
Navigazione lungocosta o di piccola altura: chiglia mobile
Prestazioni scadenti con chiglia mobile, discrete con il parzialmente retrattile, ottime con il chiglia fissa.
Sicurezza buona con la fissa, dignitosa con quella parzialmente retrattile, appena sufficente con quella sollevabile.
Bv
Gio

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • bluebarbjack
  • Avatar di bluebarbjack
  • Visitatori
  • Visitatori
19/02/2014 14:08 #2648 da bluebarbjack
bluebarbjack ha risposto alla discussione Chiglia fissa o basculante?
attenzione alle prestazioi con chiglia mobile.
certamente si riducono quando si parla di DERIVA mobile (o pivotante in senso longitudinale), ma non è lo stesso quando si parla di CHIGLIE mobili (in senso verticale). la riduzione di resistenza nelle andature lasche, correlata ad una chiglia piatta e un dislocamento leggero hanno fatto la fortuna di Bruce Farr.
in primo "derivone" in questo senso fu il One Tonner "The Red Lion" che massacrò ai suoi tempi tutti i concorrenti, e rimane nella storia della progettazione come un punto di riferimento, dal quale non si è più tornati indietro.
più o meno dello stesso periodo "Resolute Salmon", con caratteristiche meno estreme fu la barca di punta della squadra americana all'Admiral's Cup prima e alla Sardinia Cup subito dopo.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
19/02/2014 15:16 - 08/04/2014 16:42 #2649 da giovbiss
giovbiss ha risposto alla discussione Chiglia fissa o basculante?
Beh che ti posso dire? Hai perfettamente ragione!
L'unica cosa che aggiungerei è che, in una barchina, una chiglia pivotante si solleva abbastanza facilmente. Mentre ad esempio ce ne vuole di fatica per sollevare la deriva di un Farr 740.
Comunque dipende sempre dalle idee ed esigenze dell'armatore. Io, ad esempio, ho sempre posseduto dei "racer" a pinna fissa.
Ma ora che sono un poco più vecchio, mi sono stufato di tasse, spese, ricerca di equipaggio.
Ora sto approntando un microcabinato con tanto di carrello auto. Sono in pensione e non mi interessa la velocità. Posso varare dove voglio. Non ho spese. Con un buon Pilotaggio posso andare e vedere cose e luoghi che prima vedevo solo da "lontano".
Se proprio proprio non farò una bolina da paura....beh faro un bordo in più!
In quanto alla sicurezza, che in fondo era all'origine del Post, sicuramente una barca a bulbo fisso è il mezzo più sicuro per affrontare il mare. Una chiglia mobile va condotta senza pretendere....conoscendone i limiti. Come si diceva, limiti che sono anche "vantaggi".
Bv
Gio
Ultima modifica: 08/04/2014 16:42 da giovbiss. Motivo: Correzione testo

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • syketurah
  • Avatar di syketurah
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Fresh Boarder
  • Intorno al mondo
Di più
07/04/2014 18:48 #2883 da syketurah
syketurah ha risposto alla discussione Chiglia fissa o basculante?
Ciao, a me la chiglia retrattile o basculante e' sempre sembrata un'ottima idea...poi ho incontrato almeno tre barche ovni in crociera intorno al mondo e nessuno dei tre era felice. La crescita prima o poi blocca la deriva su o giu. E se rimane su e arriva un maltempo....ahi!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • bluebarbjack
  • Avatar di bluebarbjack
  • Visitatori
  • Visitatori
09/04/2014 08:19 #2889 da bluebarbjack
bluebarbjack ha risposto alla discussione Chiglia fissa o basculante?
la corretta manutenzione delle parti mobili è resonsabilità dell'armatore.
ci sono quelli che fanno bloccare la chiglia e quelli che si trovano con il timone bloccato in mezzo al pacifico per non aver fatto carena a Panama....
il grosso problema è che molta gente compra la barca per certe caratteristiche che poi non è in grado di gestire, o non si rende conto della complessità del mezzo che sta portando. è chiaro che se si naviga in acque calde la vegetazione cresce più rapidamente, e che la carena va tenuta pulita con maggiore frequenza. è come andare in macchina con le gomme sgonfie: se poi fai danno, non ti lamentare!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
09/04/2014 11:06 #2893 da mandala
mandala ha risposto alla discussione Chiglia fissa o basculante?
Concordo pienamente con Bluebarbjack.
Le barche in alluminio richiedono una manutenzione molto più frequente della carena e soprattutto della deriva, dovuta principalmente all' impossibilità di usare antivegetative a base di rame.
L' installazione di un sistema antivegetativo ad ultrasuoni, pur non essendo la panacea, puo diminuire la frequenza di rifacimento dell' antivegetativa, che dovrebbe avere comunque frequenza annuale, con uno o due interventi intermedi in immersione per l' eliminazione delle concrezioni più grandi.
La deriva dovrebbe inoltre essere smontata con frequenza triennale per la verifica ed eventuale revisione di tutti i meccanismi.
Molto dipende poi dall' uso che si fa dell' imbarcazione: è chiaro che se si lascia la barca ferma all' ancora o in marina per lunghi periodi e si riparte senza verificare preventivamente la corretta discesa della deriva i guai sono inevitabili!
Buon vento

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: mandala
Tempo creazione pagina: 0.233 secondi
Powered by Forum Kunena