Come si arma il Gennaker ?

  • alex
  • Avatar di alex Autore della discussione
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Expert Boarder
Di più
06/05/2014 06:36 #2925 da alex
alex ha creato la discussione Come si arma il Gennaker ?
Qualcuno potrebbe spiegarmi in maniera dettagliata come si arma il gennaker e come avvengono le issate e ammainate?
Granzie a tutti Buon Vento #°than#°
Alex

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • bluebarbjack
  • Avatar di bluebarbjack
  • Visitatori
  • Visitatori
06/05/2014 06:47 #2927 da bluebarbjack
bluebarbjack ha risposto alla discussione Come si arma il Gennaker ?
sul giornale della vela di un paio di mesi fa trovi tutto sulle manovre del gennaker.
un ottimo articolo molto chiaro ed esplicativo

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
06/05/2014 21:50 #2929 da giovbiss
giovbiss ha risposto alla discussione Come si arma il Gennaker ?
Beh, è una specie di Spi con la forma di un fiocco.
Prima deve essere stato prillato. Cioè riposto nel sacco passandone con la mano i lati. In modo che alla fine tu hai infagottato nel sacco la vela tenendone le tre bugne fuori. Come si fa per lo Spi.
Ora vai a prua e attacchi la bugna di mura al bompressino. La bugna di penna la attachi alla drizza ( controlla sempre che la drizza sia chiara, cioè libera. (Ha la proprietà di avvolgersi sempre dove non deve) e la bugna di scotta la attacchi alle scotte. Come fosse un fiocco. Alcuni lasciano sempre attaccate, per comodità, queste lunghe scotte. Ovviamente queste scotte dovranno essere fuori da tutto. Una stando, al davanti dello strallo di prua, andrà alla mura destra e l'altra alla sinistra. Sempre fuori da tutto ( dalle sartie, cime varie ecc), cioè libere, per arrivare, rinviate da un bozzello, ai winch del fiocco. Come si fa nel rinviare la scotta dello Spi. Più il bozzello di rinvio è spostato verso poppa meglio è.
Ora, mentre il drizzista issa, tu controlli che la vela esca dal sacco senza strapparsi su qualche manovra. Quando la drizza è tesa non resta che cazzare la scotta come fosse quella del fiocco.
Abitualmente il punto di mura non è fisso. Un bozzello ed una cima permettono di alzare il punto di mura. Di solito in modo che questo sia alto come il pulpito di prua per permettere al G di volare più liberamente e senza strapparsi specie nei cambi di mura. Lo si regola ad occhio a seconda delle necessità. Il concetto è: più è tesa la ralinga ( cioè il lato mura penna) più si va su andature "strette" tipo traverso, bolina larga. Più è lascato, più si va per andature portanti. Parlo di regolazioni fini, cioè centimetri. Poi lo si governa come un fiocco tenendo presente che "non è un fiocco" cioè non gli si può chiedere di fare boline strette.
Con una calza tutto è reso più facile. Sopratutto in ammainata. Anche se le cimettine del cerchio di legno della calza si incasinano sempre. Io preferisco, infatti non usarla. Ma in solitario può essere preziosa.
Ho maltrattato un poco la sintassi per essere chiaro ma spero di essere stato utile.
Bv
Gio
Ringraziano per il messaggio: alex, Lorenzi

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: mandala
Tempo creazione pagina: 0.157 secondi
Powered by Forum Kunena